Nuovo look In vista del processo Luca Delfino fa il bravo ragazzo

È tornato al look «faccia d’angelo». Luca Delfino, a processo per aver ucciso la sua ex fidanzata Luciana Biggi e poi, senza che venisse fermato o tenuto sotto controllo, anche l’altra sua ex, Antonietta Multari, si è rasato la barba e tagliato i capelli, che aveva lasciato crescere dopo l’arresto per il secondo delitto. Il genovese di 34 anni, in carcere a valle Armea di Sanremo dove sta scontando una pena a 16 anni e 8 mesi di reclusione per l’omicidio Multari, ha voluto cambiare la sua immagine. Sbarbato e con i capelli corti, il giovane, che a partire da ottobre dovrà sostenere una lunga serie di udienze, a Genova, nel processo per l’assassinio dell’altra sua ex fidanzata, Luciana Biggi, va ora anche d’accordo con altri detenuti ed agenti di custodia. Al suo avvocato Riccardo Lamonaca, che lo ha incontrato, la settimana scorsa in carcere, ha detto che è speranzoso di essere assolto, vuole uscire presto dal carcere e rifarsi una vita. «Sta bene - spiega il legale - Ha recentemente cambiato look e adesso, in carcere, va d’accordo con tutti».