Il nuovo macho indossa il grembiule e pulisce la casa

Sono gli home lovers la nuova tendenza tra le mura domestiche italiane, uomini appassionati di lavori domestici e nuovi manager della casa. È questa la nuova mania emersa in questi mesi e che i sondaggi evidenziano. Sono persone che dedicano una o due ore al giorno alla cura della casa. In particolare, il 27,1% tra le 7 e le 8 ore alla settimana, il 18,8% arriva anche a 14 ore ogni settimana e uno su cinque spende anche 100 euro al mese per acquistare i migliori prodotti. Non solo: il 20,2% tra le pulizie domestiche, nella loro personale top ten, il 31,3% adora lavare i piatti e stirare per il 23,6%.
Gli uomini preferiscono, ai consigli di mamme e nonne, la loro esperienza e le indicazioni presenti sui prodotti sono la fonte primaria per il 53,6% di loro. E quello che conta, è ottenere il meglio per la propria casa.
Il casalingo è il nuovo maschio ideale, non c'è alcun dubbio. È quanto emerge dallo studio promosso da Riccardo Bianco dell'osservatorio Spontex Home Loving Project, creato da Mapa Spontex Italia, uno dei colossi internazionali dei prodotti per la cura della casa e realizzato attraverso 501 interviste.
C'è anche chi, a una collaboratrice domestica certe “faccende di casa” non le delega. Il 32,9% cura la casa da solo, un intervistato su cinque lo fa con i figli (7,9%) o con la partner (36,5%), perché lo ritiene un collante di coppia, mentre il 12,9% chiede aiuto ai parenti non conviventi, soprattutto alla mamma.
«La casa è tornata ad essere il modo di condividere e trasferire messaggi sia nella coppia, sia con gli altri», dice Vera Slepoj, psicologa e psicoterapeuta. «C'è insicurezza e sfiducia verso l'esterno, mentre il focolare domestico diventa sempre più centrale, un mondo dove far trasparire il proprio modo di essere».
Sicuramente il momento clou per la cura della casa è la mattina (61,2%) e sostituisce il jogging, anche se il 17,6% preferisce fare i lavori domestici nel pomeriggio e c'è chi predilige gli orari serali (8,2%). Passare l'aspirapolvere è al terzo posto nella lista delle pulizie preferite (22,1%), seguono pulire il bagno (21,1%), lavare i pavimenti e riordinare (rispettivamente il 14,9% e il 14,7%). Settimo posto per lo spolverare (10,9%), ottavo per lavare la biancheria (8,9%), mentre chiudono questa classifica al maschile di preferenze in fatto di faccende domestiche lucidare (7,1%) e lavare i vetri (6,9%).
Uno su quattro, 23,8%, segue le indicazioni che vengono da spot e programmi Tv, ma sono in molti a seguire i consigli di amici e amiche. Tra le altre fonti anche magazine, 4,7%, e internet, grazie a siti dedicati e community, 2,7%. «Digitando housekeeping su qualsiasi motore di ricerca, emergono subito decine di milioni di pagine sul tema - ha detto Riccardo Bianco, amministratore delegato Spontex italia -. Pulire la casa è una passione, più che una necessità, un vero e proprio rito, da godersi appieno, accompagnato da abitudini irrinunciabili».
Il 61,9% seleziona attentamente la colonna sonora per le faccende domestiche, ma c'è anche chi ha l'abitudine di chiacchierare con chi gli sta attorno il 17,9% e il 13,1% accende la tv. Il 14% sceglie un abbigliamento comodo e casual che garantisce il comfort, ma che permette di essere sempre in ordine, mentre il 37,6% utilizza soprattutto tute da ginnastica.
E l'attenzione che gli uomini hanno per la casa, così come il piacere di averla sempre a posto e curata si esprime anche nel momento di acquistare oggetti di arredamento e accessori. Tra le cose di cui tengono conto nella scelta, infatti, sono moltissimi a porre in primo piano la facilità con cui quel determinato oggetto potrà essere pulito. Casalinghi unitevi, i nuovi macho men, oggi, indossano guanti e grembiule. Che sexy!