«Il nuovo ospedale al posto delle Acciaierie»

L’Associazione «Per Cornigliano» propone che il cosiddetto «ospedale del Ponente» possa trovare collocazione nell’area delle Acciaierie (ex zona dei gasometri) che è stata restituita al quartiere.
L’Associazione, che non intende entrare nel merito dell’opportunità o meno di tale costruzione in sostituzione di altri ospedali, intende solo suggerirne la collocazione che «ancora oggi è oggetto di dibattito». «La zona - spiega il presidente dell’Associazione, Cristina Pozzi - risulta baricentrica tra la Valpolcevera ed il Ponente dovendo l’ospedale servire entrambe le realtà ed è ottimamente raggiungibile con i mezzi pubblici».
Diversi i motivi per cui la costruzione di un’ospedale nell’area delle Acciaierie è ritenuta positiva dall’Associazione «Per Cornigliano». In primo luogo perché la struttura rappresenta un servizio pubblico di estrema comodità per i corniglianesi sotto il profilo logistico, fruibile da tutti, comprese le persone anziane.
«Inoltre - riferisce Cristina Pozzi - rappresenta una sorta di risarcimento dovuto agli abitanti di Cornigliano, avvelenati da tanti anni di inquinamento atmosferico; è una garanzia per il futuro e costituisce il rispetto che in tanti anni non è stato riservato ai corniglianesi e che dovrà per forza essere riservato ai pazienti di un ospedale». La presidente dell’Associazione «Per Cornigliano» conclude sottolineando che si tratta anche di «una ricchezza per il quartiere portando un indotto per bar, ristoranti, negozi, ecc. e rivitalizzandolo».