Nuovo patto tra fondazioni e SanPaolo

Un nuovo patto parasociale tra il San Paolo Imi, le tre fondazioni marchigiane e il gruppo assicurativo britannico Aviva regolerà la governance di Banca delle Marche. Lo indica il presidente dell'istituto jesino Lauro Costa. «Il patto verrà modificato» afferma Costa, nominato il mese scorso alla presidenza della banca. Il San Paolo tre anni orsono ha rilevato una quota del 7% del capitale - in parte dalle tre fondazioni azioniste (Caripesaro, Carijesi e Carimacerata - e siglato un patto parasociale che scade a luglio. Secondo fonti finanziarie, il patto in scadenza avrà una breve proroga prima della definizione del nuovo accordo: la trattativa è in corso tra i soci. Costa spiega che i rapporti con Torino sono «ottimi» e che ci sarà anche una revisione degli accordi commerciali in modo che il San Paolo «trovi convenienza nel favorire la spinta alla crescita del nostro istituto».