Nuovo Pirellone, il nome scelto via web

IL CONCORSO Mentre procedono i lavori della seconda sede, si pensa al battesimo

Largo alla fantasia. La nuova sede della Regione Lombardia è ancora senza nome e parte la raccolta di idee per il suo battesimo. Da oggi fino al 25 dicembre, collegandosi al sito www.diamonome.regione.lombardia.it (direttamente o attraverso il portale www.regione.lombardia.it), tutti coloro che lo desiderano possono inserire liberamente la propria proposta, dopo aver effettuato una semplice registrazione.
Il presidente Roberto Formigoni invita i cittadini a partecipare a questa iniziativa che porterà, dopo una consultazione popolare, a dare un nome definitivo al secondo edificio di Regione Lombardia. Nella prima fase, quella delle proposte, si potranno inserire tre idee da uno stesso computer; nella seconda fase, quella del voto, si potrà esprimere invece una sola preferenza da ogni computer.
Per scegliere il nome si potrà trarre ispirazione dalla forma della nuova sede, già visibile dietro le reti dei cantieri: edifici curvilinei di 9 piani e una torre centrale di 39 piani. L’opera è destinata a comprendere un mix di funzioni amministrative, culturali, di rappresentanza e di svago, con migliaia di metri quadrati di verde e giardini pensili, impianti eco-compatibili: pompe di calore e pannelli fotovoltaici. Nessun uso di combustibili inquinanti. Non sostituirà il Palazzo Pirelli, ma si affiancherà a esso raggruppando gli uffici ora distribuiti in diverse sedi in affitto a Milano.