Nuovo problema per Vava: De Angelis si ferma

Giovanni Porcella

Un problema in più per Giovanni Vavassori. Stefano De Angelis, infatti, sarà costretto a saltare la sfida di domenica contro il Pavia. Il difensore romano si è bloccato nel corso della seduta effettuata oggi al Campo Sportivo Signorini davanti a un centinaio di sostenitori.
«Risentimento doloroso al muscolo flessore della coscia sinistra» è la diagnosi stilata a caldo dal responsabile sanitario Mauro Casaleggio, che oggi sottoporrà il giocatore a un'ecografia per stabilire l'esatta entità del danno riportato. Dopo l’infortunio a Gazzoli, il cui recupero appare probabile, le cliche renali di Marco Rossi (il centrocampista è debilitato e contro il Pavia difficilmente giocherà), e i problemi di Zaniolo, oltre alle lunghe assenze di Caccia e Lamacchi, ecco dunque che il quadro clinico si appesantisce con il forfait di De Angelis. Intanto chi annuncia una partita ye-ye tutta grinta è Manuel Coppola, il rubapalloni», il Gattuso rossoblù. Ma Manuel coltiva un modello in famiglia.
«È mio fratello Carmine che gioca nel Messina: lui è un grande giocatore e può darmi tanti consigli. Onestamente penso di essere generoso anche se ho un difetto: mi arrabbio all'eccesso».
Le questioni personali, scivolano in secondo piano davanti agli interessi generali: «Stiamo facendo delle grandi cose, nonostante le difficoltà affrontate. La squadra fatta all'ultimo, i due mesi di ritardo accumulati».
Coppola per domenica col Pavia non si nasconde che sarà una battaglia: «Dobbiamo abituarci. Sarà sempre così, ma ci siamo calati bene nella mentalità del campionato. A molti, in effetti, può capitare una volta nelle vita di giocare contro il Genoa».
E a Marassi domenica ci sarà il presidente Enrico Preziosi che oggi sarà a Pegli per incontrare la squadra e i tifosi presenti. Sostenitori che hanno raggiunto quota 15.355 in quanto abbonamenti, un numero che pone il Grifone tra le prime 12 società in Italia, e che continuano a fondare nuovi club come nel caso del Genoa Club Cornigliano. Tutti ovviamente sono interessati all’ormai famoso progetto che verrà illustrato la prossima settimana in una conferenza stampa sulla nuova prospettiva di società delineata dallo stesso presidente in collaborazione con i legali D’Angelo e Carbone.