NUOVO PROCESSO

Ci sono diversi nomi eccellenti nella lista di 29 testi che la difesa di Bruno Contrada chiede di sentire nell’ambito della revisione del processo in cui l’ex dirigente del Sisde è stato condannato a 10 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Fra questi anche l’ex capo della P2, Licio Gelli. Nel dibattimento, che si aprirà l’8 novembre davanti alla corte di Appello di Caltanissetta, Licio Gelli dovrebbe infatti attestare «l’estraneità di Contrada alla massoneria», punto sul quale la difesa chiede di ascoltare anche Gustavo Raffi, gran maestro del Grande Oriente di palazzo Giustiniani. Tra gli altri testimoni potrebbero esserci anche l’ex capo della polizia Gianni De Gennaro e il magistrato Gherardo Colombo.