Nuovo record del mercato immobiliare

da Milano

Da tempo è considerato tra i mercati immobiliari più cari del mondo. Eppure comprare casa a Londra costa sempre di più: lo rileva una periodica indagine curata dal Financial Times, secondo cui nella capitale britannica i prezzi delle abitazioni hanno segnato nel corso del 2006 un aumento tra l’11% e il 12% con un’accelerazione negli ultimi mesi. Se nello scorso gennaio il tasso d’incremento tendenziale fu del 5,1%, a ottobre è schizzato al 12,7%. Si tratta del livello più alto dal dicembre 2002. E gli analisti parlano già di un nuovo «boom» immobiliare. Dopo i più recenti aumenti il prezzo medio di una abitazione, secondo il Land Registry, il catasto inglese, ha raggiunto la rispettabile cifra di 330mila sterline, pari a circa 488mila euro. Il dato è relativo all’intero comprensorio della grande Londra ma ad alzare le statistiche sono i prezzi stratosferici raggiunti nei quartieri centrali e più eleganti. Nella zona di Kensington & Chelsea il prezzo medio di una casa è ora di circa 1,4 milioni di euro.
Sono queste le aree in cui è più forte la domanda di ricchi acquirenti stranieri, che non sembra destinata a calare. Mentre, secondo gli osservatori, potrebbe essere addirittura in crescita quella dei banchieri della City, reduci da un anno ricco di buoni affari e in attesa di generosi bonus di fine anno. Dovrebbero invece incidere poco i due aumenti dei tassi operati dalla Banca d’Inghilterra nel 2006 per raffreddare il comparto.