Il nuovo Renzi come il vecchio Prodi

Il nuovo del Pd è Matteo Renzi (nella foto), giovane e agile candidato sindaco di Firenze, che ha tanto del vecchio Prodi. Ieri il «nuovo che avanza» infatti ha dichiarato a un giornale locale di «sognare un partito di maggioranza che vada da Pier Ferdinando Casini a Nichi Vendola. In ballo c’è il futuro del Paese, ce la possiamo fare ma serve una coalizione che non litighi dopo una vittoria». Déjà vu, insomma. Litigate comprese. Intanto «il nuovo che avanza» l’ha detta lunga sulla stima, se non altro letteraria, per i suoi leader. Interpellato in proposito dal Magazine del Corriere della sera, Renzi ha risposto: «I libri di Franceschini non li ho letti, Senza Patricio di Veltroni invece sì. Il primo capitolo è copiato da Terra degli uomini di Saint Exupery!».