Il «nuovo» Royal, 5 stelle di lusso e di benessere

da Sanremo

Letteralmente si traduce «benessere» ma wellness, termine americano, vuol dire molto di più. È un nuovo modo di concepire il turismo, basato sull'abbinamento delle bellezze del territorio con la cura del corpo e la salute fisica e mentale. Sempre più spesso centri benessere, dotati di strutture all'avanguardia e personale specializzato, vengono infatti creati proprio all'interno degli alberghi. «Questa può essere considerata una delle nuove frontiere del turismo - ha detto Cristian Zaniboni, beauty manager - la fascia di clienti tra i 30 e i 50 anni richiede sempre di più proposte di questo tipo». In questi centri sono comprese palestre attrezzate e locali adibiti a massaggi e trattamenti. «In questa maniera si riesce a ristabilire gli equilibri del corpo e tonificare la muscolatura attraverso gli esercizi in palestra - prosegue Zaniboni - ma anche ad intervenire con massaggi e trattamenti dove ci siano stress accumulati a casa e al lavoro». Anche la provincia di Imperia si sta adeguando a questo nuovo modo di intendere il turismo.
Domani il famoso Hotel 5 stelle lusso Royal di Sanremo, primo nell'estremo ponente ligure, inaugurerà infatti il proprio centro benessere. L'occasione cade in concomitanza con il 135° anniversario dell'albergo nato nel 1872. «Dal momento che Sanremo è da sempre un centro turistico e di rilassatezza - ha detto Edoardo Varese, amministratore delegato dell'Hotel Royal - cerchiamo così di soddisfare i nostri clienti internazionali, in tutti i modi. Il Royal Wellness sarà però usufruibile anche dagli stessi sanremesi». Il centro si sviluppa all'interno dell'Hotel su un'area di 370 metri quadrati, con una palestra, un salone parrucchiere, due spogliatoi, quattro cabine per trattamenti ed una doccia emozionale con getti di acqua profumata. Protagonisti assoluti sono il massaggio manuale, l'uso delle pietre laviche calde, di oli tradizionali ed essenziali per l'ossigenazione dei tessuti, vari trattamenti con essenze, ma anche con cioccolato e miele. Tra i punti forti il lettino Nuvola, consistente in una vasca con acqua a temperatura superiore ai 35°, che favorisce l'assimilazione delle creme. Quando il cliente si sdraia nel lettino viene isolato dall'acqua da un telo trasparente ed inizia un flusso di idromassaggio ed un gioco di cromoterapia. A fare da atmosfera a tutto questo un raffinato stile architettonico minimalista, ricavato dalle vecchie pareti dell'albergo, luci soffuse e una musica soft. «Spesso capita che i clienti si addormentino da tanto che si rilassano - confessa Cristian Zaniboni - dopo i 10 minuti di trattamento dobbiamo infatti svegliarli anche se a malincuore».