Il nuovo suono? Ora si ascolta anche con lo sguardo

C'era una volta l'hi-fi, finito adesso nelle cuffiette degli smartphone. Insomma non si ascolta più la musica come una volta, e allora ecco che il mercato del suono deve cambiare, anzi lo ha già fatto. Come convincere insomma gli appassionati di musica a non abbandonare gli apparecchi di una volta? Puntando sulla qualità, altissima. E venendo a patti con il (presunto) nemico.

Ad esempio non è un caso che un'azienda come Bang&Olufsen abbia sposato l'ultimo modello della Lg, ovvero il G5: in pratica grazie a un modulo chiemato Hi-Fi Plus with B&O PLAY, il telefonino diventa uno strumento di alta fedeltà grazie a un convertitore analogico digitale a 32 bit e un amplificatore integratore. È l'udito alla massima potenza. È in pratica la rivincita in miniatura di tutto ciò che ricordiamo (e che è ora è scomparso) della nostra gioventù. Giradischi - e ora che è tornato di moda il vinile, eccone più tecnologici che mai -, amplificatori, altoparlanti. No, le cassette no, ma il resto è statoi tutto rimpicciolito. Con il tocco di design che illumina la voglia di acquisto.

Il suono dunque si ascolta che con gli occhi e l'udito diventa il senso che sublima il tutto. Sony, per dire, ha puntato molto sul colore per le sue cuffie h.ear ma non ha certo dimenticato il resto, se è vero che i suoi nuovi sistemi sono pieni di tecnologia come gli Extra Bass, l'elaborazione intelligente delle frequenze, i processori di decodifica. E soprattutto l'alta risoluzione, che spinge l'uditoancora un po' più in là. E poi c'è Bose, con i suoi Soundlink Mini ma solo di dimensioni (provate a metterlo in una stanza e vene accorgerete), oppure le nuove cuffie P5 di Bowers&Wilkins che sfruttano la versatilità della connessione wireless per trasmettere in alta qualità e sono anche realizzate in alluminio e pelle pregiata di colore nero, con grandi padiglioni confortevoli che si adattano perfettamente ad ogni stile. Insomma il massimo dell'ascolto con un look ricercato, ed è qui in definitiva la frontiera dell'udito nel campo della tecnologia. Sentire bene dentro e sentirsi bene fuori.

Marco Lombardo