Nuovo ultimatum di Shah ma gli 007 sono ottimisti

Nuovo ultimatum del rapitore della Cantoni, Timor Shah: «La ucciderò domani mattina alle 7 se non accoglierete le mie richieste», ha avvertito. Negli ambienti investigativi nessuno crede che Timor Shah voglia davvero mettere in atto la sua minaccia: «Quel che vuole è accelerare la trattativa, che ora è in fase di stallo, e raggiungere il suo vero obiettivo» dice una fonte vicina all’inchiesta. Quale obiettivo? Sicuramente la scarcerazione della madre. Tra le stesse autorità afghane ci sarebbero divergenze - si parla addirittura di liti - e «una cosa semplice - come confermano gli 007 in Italia - rischia di diventare complessa». Tuttavia i nostri servizi restano ottimisti. «Clementina Cantoni potrebbe essere liberata in tempi abbastanza brevi, ha spiegato Enzo Bianco, presidente del Copaco, il comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti, che ieri ha ascoltato a porte chiuse il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega ai servizi Gianni Letta e il direttore del Sismi Nicolò Pollari. La volontaria di Care International rapita a Kabul «è viva», «Il Sismi - ha chiarito Bianco - lavora con la tradizionale prudenza e capacità»