Il nuovo volto del jeans ha uno stile retrò alla Happy Days

«Nella moda siamo in piena casualizzazione» osserva Franco Marianelli che guida il nuovo corso di Rifle, un brand che ha fatto la storia del denim e che ne scrive ora il futuro attraverso progetti di rinnovamento e di visione internazionale.

«Se guardiamo alle nuove necessità di chi va in ufficio, vediamo che un jeans in tela row blu scuro e una camicia sono diventati il passepartout dalla mattina alla sera, dal lavoro, al party, all'evento», aggiunge il manager che esprime il nuovo corso dell'azienda. Da giugno 2017, infatti, Giulio Fratini, terza generazione della famiglia fondatrice del brand nel 1958, ha annunciato l'accordo con Kora Investments Sa, Holding svizzera di investimenti creata nel 2014 dall'avvocato Alessandro Pallara, portando alla costituzione della nuova società Rifle & Co S.r.l. Con quest'operazione ecco l'apertura a capitali esteri e l'arrivo di un nuovo team di manager ma soprattutto la volontà di riportare il marchio Rifle a rivestire un ruolo di primaria importanza nel mondo jeanswear a livello internazionale. «In azienda ci sono persone che lavorano da oltre trent'anni e che senza staccarsi da un prezioso heritage, vogliono dialogare con nuovi consumatori in modo trasversale così come fa del resto il jeans che si coordina con altri pezzi del guardaroba» spiega Marianelli parlando del Rifle 958, un'icona nella storia dell'azienda e nella memoria dei consumatori ma anche di nuovi prodotti. Rimane costante, infatti, lo sguardo all'archivio per potersi rivolgere anche alla generazione dei «millennials», con prodotti dall'appeal contemporary e street.

Proprio in questo contesto si inserisce la collaborazione con l'Istituto Polimoda di Firenze e la realizzazione di una capsule collection che viene svelata il 13 giugno nel corso di una presentazione organizzata in Santa Maria Novella. Nello stand di Pitti, invece, oltre alla collezione per l'estate 2019, viene presentata una capsule heritage ispirata al mondo americano di Happy Days e prodotti iconici come i giubbotti, le felpe over, i jeans tra i quali lo «straight roll up», vero e proprio omaggio agli anni '50, periodo in cui è stato fondato il brand. Il denim ha lavaggio rinse, quindi scuro come appena uscito dalla confezione, il copri tasca raffigura il cowboy simbolo distintivo del brand, zip a fischio e fianco dritto.... E sull'etichetta campeggia il motto del brand: «Buy the best forget the rest».

LSer