Al Nuovo

Cosa ci fa Emilio Fede videocollegato con il Christmas Show. Il musical, lo spettacolo che racconta la festività più attesa dell'anno in tutte le sue sfaccettature, religiosa, leggendaria, frenetica, comunque magica? (al Teatro Nuovo fino al 26 dicembre, 02.794026, www.teatronuovo.it). Fa il direttore, come sempre, non del tg di Rete 4 ma del telegiornale Santa Claus News, che cerca lo scoop sull'esistenza di Babbo Natale. Ispirato a Christmas Spectacular, il sontuoso show che da 75 anni in questo periodo illumina di mille emozioni il Radio City Music Hall di New York con le Rockettes, le celebri e storiche ballerine americane, gli effetti a tre dimensioni, i Santa Claus volanti e i treni che sbuffano in scena, anche il Christmas Show made in Milan assicura qualche sorpresa e il coinvolgimento degli spettatori più piccoli. Tutto grazie a 35 artisti in scena tra ballerini e cantanti, a centinaia di costumi sfarzosi, a scenografie favolistiche, ma anche alla partecipazione straordinaria di Marco Balestri nel ruolo dell'inviato speciale del Santa Claus News: nonostante il suo nome, Natale di Natale, o forse proprio per questo, non crede al Natale ritenendolo un'invenzione del consumismo, e bacchettato dall'insofferente Emilio Fede viene incaricato di ritrovare proprio Santa Claus e naturalmente ci riuscirà. Il risultato è un musical composto da diversi quadri musicali e narrativi che raffigurano i preparativi per la notte più lunga dell'anno con il medesimo filo conduttore: l'intramontabile spirito del Natale. C'è lo shopping frenetico in città sotto la neve, la fabbrica dei giocattoli di Babbo Natale lassù al Polo Nord dove Santa Claus con i suoi aiutanti elfi impacchetta gli ultimi regali, e la consegna dei doni ai bambini sulla slitta trainata dalle renne proprio mentre in platea scenderà immancabile la neve. Se la prima parte dello show, prodotto dal Teatro delle Erbe con la direzione di Maurizio Colombi e le coreografie firmate da Chiara Valli, è tutta dedicata al Natale in versione Broadway, la seconda ha un'atmosfera più religiosa, con canti sacri, gospel tradizionali e soprattutto la sacralità della Natività raffigurata sul palcoscenico dai ballerini trasformati nei personaggi di un presepe vivente.