NUVOLE E FREDDO PER TUTTA LA SETTIMANA

Il maltempo ha raggelato, letteralmente, nelle ultime ore l’entroterra genovese, con pioggia ghiacciata nelle vallate anche a bassa quota e nevicate nelle zone più alte. Sollecito, se non, ove possibile, addirittura immediato l’intervento delle squadre e dei mezzi spargisale della Provincia, coordinati dall’assessore alla viabilità Piero Fossati: uomini e macchine sono entrati in azione su tutto il territorio per garantire la circolazione sulla rete stradale provinciale dove le insidie maggiori da affrontare sono risultate le formazioni di ghiaccio sulle carreggiate, soprattutto nelle valli Trebbia, Stura, Scrivia e in parte della Val d’Aveto. La situazione, comunque - fanno sapere i tecnici di palazzo Spinola - non ha richiesto sgomberi di neve, ma tutti i mezzi disponibili sono pronti in ogni momento a intervenire sulle carreggiate.Non mancano gli appelli alla prudenza: i tecnici dell’area viabilità raccomandano molta attenzione nella guida e ricordano l’obbligo di catene a bordo fino al 31 marzo su tutte le strade provinciali dell’entroterra. «Un provvedimento - sottolinea Piero Fossati - che negli ultimi anni ha drasticamente ridotto il numero di incidenti per neve e ghiaccio sulle nostre strade».
Il freddo intenso si è fatto sentire anche nel Savonese: intorno alle 10 di ieri mattina, sul monte Beigua si sono registrati 0 gradi centigradi e una leggera nevicata; 0 gradi anche a Magliolo, dove i fiocchi di neve sono stati anche meno intensi. Solo brutto tempo sopra Bardineto, dove la temperatura ha toccato i 2. Neve si segnala anche sul Monte Settepani, nel Ponente savonese.
La situazione meteo non è incoraggiante neppure per quanto riguarda i prossimi giorni: le previsioni per il resto della settimana parlano di alternanza di schiarite (poche) e annuvolamenti. In particolare da domani a venerdì il cielo dovrebbe risultare molto nuvoloso o coperto, con precipitazioni sparse e significative, che al di sopra dei 1000-1200 metri assumeranno carattere nevoso, e gelate nell’entroterra, mentre sabato e domenica potranno verificarsi «locali aperture».