Nyse pronto a migliorare la sua offerta su Euronext

Per il Wsj entro poche ore la proposta degli americani

da Milano

È attesa nelle prossime ore o al massimo lunedì, l'offerta di fusione del New York Stock Exchange su Euronext, il mercato che gestisce Parigi, Bruxelles, Amsterdam e Lisbona. È quanto riporta il Wall Street Journal, delineando le prossime mosse del mercato newyorkese, dopo la proposta presentata due giorni fa da Deutsche Börse per aggregarsi con la stessa Euronext. Il tempo stringe. I maggiori azionisti di Euronext non hanno nascosto infatti nelle ultime ore la loro impazienza, in vista dell'assemblea annuale del mercato europeo, in calendario martedì. «Abbiamo dato al Nyse e a qualsiasi altro mercato una scadenza, fissata in occasione del meeting annuale - ha detto due giorni fa David Slager, socio di Atticus Capital, il fondo speculativo newyorkese che ha circa il 9% di Euronext -. Abbiamo detto all'amministratore delegato del Nyse John Thain che intendiamo votare a favore di un accordo con Deutsche Börse, in assenza di ogni altra proposta accettata da entrambe le controparti». Finora, il mercato newyorkese non sembra eccessivamente preoccupato della proposta della Borsa di Francorte. «Dov'è il prezzo? Come può esserci un'offerta se non c'è un prezzo?», ha detto infatti Thain. Finora si sa che l'offerta del Nyse sarà tutta in azioni, e che tenderà a creare una nuova piattaforma di mercato quotata a New York; la proposta di Thain offrirebbe però a Euronext molta autonomia; fonti vicine ai mercati sottolineano comunque che alcuni dettagli della proposta potrebbero cambiare nelle prossime ore.