O guerriero si confessa: "Ho preso ormoni per i muscoli" 

O guerriero si confessa. &quot;In passato ho preso ormoni per gonfiare i muscoli&quot;. Il divo della prima edizione del Grande Fratello racconta il suo passato da culturista<br />

Milano - O guerriero si confessa. Il palestrato playboy delle prima, ormai arheologica, edizione del Grande Fratello, svela i segreti del suo adamantino bicipite. la tonicità che abbagliò Cristina Plevani, la vincitrice di quell'edizione, non era tutta farina del suo saccio. "Sì, ho preso ormoni. Molti anni fa". Lo confessa Pietro Taricone in un’intervista esclusiva a Men’s Health. Taricone, diventato attore professionista per la tv e il cinema, Taricone ha alle spalle un passato di culturista.

Muscoli e cervello Oggi Taricone accetta di mostrare la parte oscura di quella fase della vita, il ricorso al doping: ’Ho avuto effetti assurdi sulla forza, specialmente quella delle gambè dichiara. "Dopo venti giorni ho iniziato ad avere delle brutte macchie sulla schiena, come dei brufoli. La pelle era molto più grassa. E ho iniziato a soffrire di dolori articolari. Soprattutto alle ginocchia, perchè non puoi sollevare 160 kg di squat se sono tarate su 120 kg."

Sensazione di dipendenza
Taricone ammette di essersi fermato poco prima che l’uso delle sostanze dopanti si trasformasse in qualcosa di peggio: "Avevo anche una strana sensazione di dipendenza. Alla fine è stato il corpo a dirmi: Non puoi farlo". Il racconto di Taricone, comunque, si allarga al mondo dei body builder, di cui l’attore denuncia gli estremi e gli abusi: "Ritengo che per troppo tempo si sono sottovalutati gli effetti del doping in palestra. Sono un ex body builder e ho visto persone prendere di tutto e poi stare male. Su 8-9 amici cari che si sono preparati in questo modo, tutti - e dico tutti - hanno avuto piccoli infarti".

La rottura con Kasia Smutniak
Passando dal doping alle questioni più private, Taricone si lascia andare anche a un commento sulla passata crisi tra lui e la moglie, l’attrice Kasia Smutniak: "L’esistenza di mia figlia mi ha fatto vedere quel brutto casino sotto un’altra ottica. Metti da parte il tuo inutile orgoglio perchè è più importante il bene di questo esserino. In certi casi bisogna capire che veniamo dopo".