O la va o la spacca: tutto sulla Germania

In attesa della grande scelta riguardante la Russia, torniamo alle sane giocate sulla singola partita: le uniche, speriamo di avere trasmesso almeno questo messaggio, in cui lo scommettitore può nel breve periodo far saltare il banco a prescindere dalla modestia delle quote. Germania-Turchia ha un pronostico sportivamente scontato, sintetizzato dall'offerta Snai per i tedeschi in finale: un 1,18 che significa quasi l'85% (100 diviso 1,18) di probabilità. Raramente una semifinale europea è stata per i bookmakers così sbilanciata, tanto che la vittoria di Löw (7 euro a 1,45) nei 90' con il pari (3 a 3,80) a copertura renderebbe un 1,5% modesto anche per i nostri canoni ragionieristici. Insomma, nessun margine per limitare i danni di un pronostico sbagliato. Nemmeno con ragionamenti over/under che avrebbero senso in una partita «normale»: qui se la Turchia tiene mentalmente può fare le barricate fino ai rigori, se no perde di goleada. Quindi o stiamo fermi o dobbiamo prenderci un moderato rischio, puntando direttamente sulla Germania finalista in qualsiasi modo: 10 euro a 1,18. In fondo la scommessa è anche questo: eliminata l'Italia, un semplice Viagra del tifo televisivo.
SITUAZIONE. Giocati 220 euro, vinti 141, 99. Risultato: -78,01. Scommesse aperte: 10 euro su Russia vincente (a 25), 5 euro su «altri» capocannoniere (a 4), 5 euro su Podolski capocannoniere (a 5).
olivari@settimanasportiva.it