Obama avverte: il governo andrà in bancarotta senza riforma sanitaria

Il presidente Usa in un' intervista tv, ha detto che la riforma é il modo
migliore per impedire che "i costi delle spese sanitarie finiscano col
consumare l'intero bilancio federale"

Washington - Il presidente americano Barack Obama ha ammonito in una intervista che il governo "andrà in bancarotta" se il Congresso non approverà la riforma sanitaria. Obama, in una intervista alla Tv ABC, ha detto che la riforma é il modo migliore per impedire che "i costi delle spese sanitarie finiscano col consumare l'intero bilancio federale". I costi dei programmi 'Medicare' e 'Medicaid' (in aiuto degli anziani e dei poveri) sono avviati verso una "parabola insostenibile" e sono vi sarà alcun intervento per ridurli "il governo federale andrà in bancarotta". La speaker (presidente) del Senato Nancy Pelosi ha detto ai media oggi di sperare che il Senato riesca ad approvare la riforma sanitaria in dicembre in modo da inviare la legislazione (che dovrà essere armonizzata tra Camera e Senato e di nuovo votata) alla firma del presidente Obama entro gennaio possibilmente prima del discorso sullo Stato dell'Unione in programma verso la fine di gennaio. La Pelosi ha detto di non avere dubbi sul fatto che la riforma sanitaria "sarà approvata dal Congresso". Dopo il passaggio della legge le polemiche tra i due partiti, adesso molto accese, si placheranno, ha affermato la leader democratica.