Obama chiama Berlusconi Occhi puntati sul G8

Il premier ha avuto nel primo pomeriggio una conversazione
telefonica con il presidente degli Stati Uniti.
Al centro del colloquio i rapporti bilaterali tra i due Paesi
e la politica internazionale

Roma - "E' stata una telefonata cordiale. È andata bene. Abbiamo parlato di tutti i temi degli scenari internazionali e del G8". Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha avuto nel primo pomeriggio una conversazione telefonica con il presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Al centro del colloquio i rapporti bilaterali tra i due Paesi e i maggiori dossier di politica internazionale anche alla luce del fatto che l’Italia detiene la presidenza di turno del G8.

Presto un incontro In una telefonata di oltre mezz’ora sono stati esaminati i temi principali dell’attualità internazionale: la crisi finanziaria globale, le priorità della Presidenza Italiana del G8, la situazione in Afghanistan ed in Medio Oriente, Guantanamo, nonchè i rapporti con la Federazione Russa e con l’Iran. "Il Presidente Berlusconi ed il Presidente Obama - si aggiunge nel comunicato - hanno confermato la volontà di una forte collaborazione tra l’Italia e gli Stati Uniti per fronteggiare insieme le principali sfide globali. Il Presidente del Consiglio ed il Presidente degli Stati Uniti hanno concordato di restare in stretto contatto e di incontrarsi il più presto possibile".