Obama e Putin: «Forza, guarisci presto»

Numerosi leader mondiali ieri hanno telefonato e scritto al premier Silvio Berlusconi per esprimere vicinanza e solidarietà. «Dopo le telefonate di lunedì il Cavaliere - dice una nota di Palazzo Chigi - ha parlato con il presidente Usa Barack Obama («ti sono vicino, guarisci presto»), il presidente della Repubblica francese Sarkozy e il premier russo Putin («Sei stato coraggioso», avrebbe detto), il collega turco Erdogan, il francese Fillon, il premier spagnolo Zapatero, il leader libico Muammar Gheddafi, il presidente dei Popolari spagnoli Rajoy, l’eurocapogruppo del Ppe Daul, il presidente del Ppe Martens». In serata sono arrivate le telefonate della cancelliera tedesca Angela Merkel e del presidente dell’Egitto Hosni Mubarak. Particolarmente cordiale sarebbe stata la telefonata con Obama. Il presidente americano avrebbe colto l’occasione per ringraziare il premier per «l’eccellente contributo italiano in Afghanistan e per la decisione del governo di Roma di inviare altri mille uomini nel corso del 2010».