Obama, messaggio all'Iran "Adesso basta conflitti"

Il presidente Usa: "Voglio un nuovo inizio". Ahmadinejad gradisce: "Servono atti concreti per riparare gli errori" 

Washington - Una svolta. E una cosa mai vista. Il presidente degli Stati Uniti che utilizza un video: chiaro, evidente, senza sottintesi per parlare a uno "Stato canaglia". Con un messaggio senza precedenti, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama si è rivolto con un video ai dirigenti iraniani, chiedendo loro di superare le tensioni provocate da circa 30 anni di conflitti e di momenti difficili. Obama lo ha detto in un messaggio video diffuso nella notte e destinato direttamente al popolo iraniano in occasione dell'anno nuovo persiano. Nel messaggio, con sottotitoli in farsi, Obama afferma tra l'altro che "in questo momento di nuovi inizi" ha l'intenzione di parlare con chiarezza ai dirigenti iraniani. In particolare, il presidente degli Stati Uniti spiega che "la mia amministrazione ha l'intenzione di condurre una diplomazia che tratti i problemi nel loro insieme e tenti di stabilire relazioni costruttive tra gli Stati Uniti, l'Iran e la comunità internazionale. Questo processo non passerà attraverso la minaccia, cerchiamo al contrario un dialogo onesto che sia fondato sul dialogo reciproco".

Ahmadinejad gradisce Teheran ha accolto favorevolmente il messaggio di Obama al popolo e ai leader iraniani e ha chiesto atti concreti per riparare gli errori del passato. Lo ha reso noto il consigliere per i media del presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, Akbar Javanfekr. "Accogliamo con favore la volontà del presidente americano di mettere da parte le differenze del passato - ha detto Javanfekr -, ma non si deve chiedere all'Iran di dimenticare unilateralmente l'atteggiamento aggressivo degli Stati Uniti del passato. Gli Stati Uniti devono riconoscere i propri errori passati e ripararli per poter mettere fine alle differenze tra i due Paesi" ha detto il consigliere per i media del presidente iraniano.