Obama: "Il mondo ha perso un visionario". E anche Google e Gates rendono omaggio a Jobs

Dal mondo della politica a quello di internet e tecnologia, si
susseguono in queste ore i messaggi di cordoglio per la morte di Steve
Jobs, la personificazione dello "spirito dell’ingegno
americano", secondo Barack Obama

Dal mondo della politica a quello di internet e tecnologia, si susseguono in queste ore i messaggi di cordoglio per la morte di Steve Jobs, la personificazione dello "spirito dell’ingegno americano", secondo Barack Obama: "Ha trasformato le nostre vite, ridefinito interi settori industriali e compiuto una delle imprese più rare nella storia dell’umanità: ha cambiato il modo in cui ognuno di noi guarda il mondo. Il mondo ha perso un visionario"

E tra note ufficiali, messaggi via Twitter o blog, democratici e repubblicani paragonano il cofondatore di Apple a personaggi come Thomas Edison, Thomas Jefferson e Albert Einstein. Così, mentre il presidente della Commissione Ue, Manuel José Barroso, parla di un uomo che "ha avuto il merito di dare la tecnologia alla gente comune", il presidente russo Dmitri Medvedev sul suo profilo Twitter scrive: "La gente come Steve Jobs sta cambiando il nostro mondo"

Un altro dei protagonisti dell'informatica mondiale, Bill Gates, ha reso omaggio all'amico e rivale: "Il mondo raramente ha conosciuto qualcuno capace di avere sul mondo stesso un impatto profondo come quello di Steve, il cui effetto si sentirà ancora per generazioni. "Steve mi mancherà immensamente".

Da chi ha portato i computer alla portata di tutti a chi ha fatto diventare internet un vero mass media. Mark Zuckerberg ha usato proprio il suo social network per ricordare quello che considerava "un mentore e un amico". Che ringrazia: "Hai mostrato che ciò che si costruisce può cambiare il mondo. Mi mancherai".

E persino i rivali si inchinano davanti al genio di Jobs. Sulla home page di Google, che in questi anni ha sfidato Apple su tutti i fronti, proprio sotto alla barra di ricerca, campeggia ora il nome dell'uomo "che ha inventato il futuro". Accanto solo gli anni di nascita e morte, nello stile minimalista che ha sempre caratterizzato l'inventore della mela morsicata.