Obama: «Non farò il vice di Hillary»

Washington. Barack Obama ha rovesciato una doccia fredda sulle avance di dream team venute nel fine settimane da casa Clinton: «Non si è mai visto nella storia americana che chi è indietro nella corsa faccia a chi è avanti l’offerta di un posto di vicepresidente», ha detto il senatore in un comizio a Columbus, Mississippi. Obama è in vantaggio quanto a numero di delegati (1547 contro i 1428 di Hillary Clinton): dopo le sconfitte in Texas, Ohio e Rhode Island martedì scorso, è inoltre tornato a vincere sabato in Wyoming mentre i sondaggi lo danno in testa nelle primarie di oggi in Mississippi. La Clinton però non demorde. «Io sono una della Pennsylvania», ha replicato. Dando per scontato il risultato in Mississippi, Hillary è già volata nello Stato dove ebbe la sua infanzia e che il 22 aprile potrebbe segnare la sua rivincita su Obama.