Obama in recupero nel conteggio dei delegati texani

In attesa del voto del 22 aprile in Pennsylvania, Hillary Clinton e Barack Obama aspettano anche i risultati definitivi dei caucus democratici del Texas, le assemblee elettorali tenute assieme alle primarie dello Stato, lo scorso 4 marzo: i risultati arrivati nei giorni scorsi danno a Obama un netto vantaggio su Clinton, con un 59% contro il 41%. Pur avendo vinto le primarie, l’ex first lady rischia dunque di trovarsi battuta da Obama nel numero dei delegati che lo stato del Texas aggiudica con il suo delicato sistema di assegnazione. In Texas erano in palio complessivamente 193 delegati e 35 superdelegati: ma il calcolo si fa collegio elettorale per collegio elettorale: Di fatto non c’è una primaria ma ce ne sono 31, una in ogni collegio, con un numero di delegati variabile fra i 2 e gli 8. Con questo sistema sono scelti 126 delegati. I rimanenti 67 sono scelti tramite i «caucus». Il computo definitivo non sarà comunicato prima del 7 giugno. Clinton rischia non poco soprattutto se si considera che la sua vittoria è stata sicuramente non schiacciante: con le primarie in Texas, l’ex first lady si è aggiudicata infatti 65 delegati, contro i 61 di Obama. E ora, per l’appunto, Obama sta avendo la meglio nei caucus.