Obama: subito impegno per la pace in Medio Oriente

In una lunga intervista al talk
show "This Week with George Stephanopoulos", Obama ha detto che
ci saranno contatti "con tutti gli attori in loco". "Vedere vittime civili, palestinesi o israeliane,
indifesi e sotto attacco, spezza il cuore"

Washington - Barack Obama ha detto che, non appena si sarà insediato alla presidenza, intende impegnarsi subito al massimo per superare l'impasse che impedisce una via d'uscita alla crisi aperta a Gaza. Il presidente americano eletto si è pronunciato in tal senso nel corso di una trasmissione televisiva della rete Abc.
In una lunga intervista al talk show "This Week with George Stephanopoulos", Obama ha detto che ci saranno contatti "con tutti gli attori in loco. Ciò contribuirà a creare un approccio strategico in grado di garantire che sia gli israeliani,sia i palestinesi potranno ottenere risposte alle proprie aspirazioni". Parlando delle vittime di questi giorni, il presidente eletto ha detto che "vedere vittime civili, palestinesi o israeliane, indifesi e sotto attacco, spezza il cuore. E ovviamente ciò mi rende ancora più determinato nel tentare di porre un termine ad uno stallo che dura ormai da decenni". Secondo Obama ci vorranno compromessi da parte di tutti e per tali ragioni "é importante che gli Stati Uniti si impegnino e vengano coinvolti immediatamente", perché è essenziale che ci sia "un terzo attore in cui tutti abbiano fiducia" e che voglia risolvere la situazione.