Obiettivo prescrizione col ricorso al giudice

La strada più seguita è sempre quella del ricorso, contando sulle irregolarità -vere o presunte- commesse al momento del rilievo. Le strade sono due: Giudice di Pace e Prefetto. Nel primo caso dal 2010 il ricorso deve essere accompagnato da una tassa di 38 euro. L’opposizione al Prefetto ha un vantaggio teorico, perché se il ricorso non è esaminato entro 210 giorni si considera accolto, e risultano salvi portafoglio e patente. A questo proposito, c’è chi si è organizzato e ha stilato una sorta di vademecum, nel quale sono indicati gli uffici ai quali conviene rivolgersi nelle varie località italiane, in funzione dei carichi di lavoro.