Obiettivo Scanno tra passato e futuro

Il borgo abruzzese di Scanno sembra essere diventato il laboratorio preferito dai grandi fotografi. A partire dal celebre Henry Cartier-Bresson fino a Serafim da Silva che proprio nel paesino abruzzese ha trovato ispirazione per immortalare quella sorta di sospensione ambigua tra passato e presente che in una realtà particolare come Scanno offre spunti di estremo interesse. Le donne infagottate nei vestiti tradizionali, i costumi d’epoca e i simboli della frenesia contemporanea costituiscono gli elementi d’elezione degli scatti raccolti nella mostra «PassatoPresente» ospitata fino al 15 febbraio presso i locali del celebre Laboratorio fotografico Corsetti di via dei Piceni 5/7.