Occhi puntati su oro e petrolio

La settimana si chiude all’insegna della corsa del petrolio. Il future del Wti ha raggiunto quota 70,75 dollari l’oncia, il massimo dei dieci mesi. A spingere sono le attese di una maggiore domanda di benzina in occasione del periodo delle vacanze. L’oro, dopo giorni di realizzi, è tornato a guadagnare terreno. Al fixing londinese, il metallo giallo ha riagganciato la soglia dei 650 dollari l’oncia. Gli acquisti sono stati incoraggiati dai segnali di indebolimento del biglietto verde. Il calo delle scorte ha invece consentito al rame di riportarsi sopra 7.500 dollari per tonnellata.