Occhiali «made in Italy» al 40% del mercato mondiale

da Milano

Gli occhiali made in Italy si confermano i più venduti al mondo. In un mercato che vale circa 8,2 miliardi di euro, l’Italia è infatti al primo posto con una quota che supera il 28%, e sale al 40% considerando solo gli occhiali da sole, accessorio moda ormai irrinunciabile a tutte le latitudini. E anche nel primo trimestre 2008, che pure non è stato facile per l’economia mondiale, il settore dell’occhialeria ha tenuto: a gennaio le esportazioni sono cresciute del 18% rispetto allo stesso mese del 2007. «Una crescita - ha spiegato Vittorio Tabacchi, presidente di Anfao (l’associazione dei produttori del settore), presentando la trentottesima edizione del Mido, il salone internazionale in corso da oggi al 12 maggio - che proiettata sul trimestre dovrebbe attestarsi al 10-11% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ma nei prossimi mesi sarà necessario monitorare attentamente alcuni fattori chiave, a cominciare dall’andamento dell’economia Usa, ancora a rischio recessione, anche se secondo molti analisti il peggio è passato». Non solo: la frenata dei consumi in Italia ha inciso sul mercato interno, rimasto sostanzialmente fermo rispetto al 2007.
Cresce, invece, la fiera milanese: 54.640 metri quadrati di esposizione, mille in più rispetto al record dell’edizione precedente, e 1.246 espositori. Non basta: dall’anno prossimo Mido anticipa e raddoppia. A Milano infatti il salone si trasformerà nella «settimana mondiale dell’accessorio moda»: dal 6 al 9 marzo, il Polo di Rho-Pero ospiterà, oltre al Mido, i saloni internazionali di calzature, pelletteria e pellicceria. Dal 4 al 6 settembre, inoltre, ci sarà un’edizione romana: Mido Business Forum, una novità in un mondo «milanocentrico» come la moda, motivata con l’esigenza di offrire alle aziende le anticipazioni delle nuove collezioni, contemporaneamente a quelle del prêt-à-porter.