Occhiali tarocchi al Mido Blitz tra espositori cinesi

La Mostra Internazionale dell’occhialeria conferma il suo «pugno di ferro» contro la contraffazione: l’altro giorno il servizio di tutela marchi e brevetti, istituito 13 anni fa, ha messo a punto sette interventi presso aziende nella stragrande maggioranza dei casi cinesi. La contraffazione ha riguardato marchi e modelli, in particolare una decina tra le griffe più famose del mondo dell’occhialeria e sei modelli brevettati.
Le azioni intraprese nei confronti dei contraffattori sono state la contestazione del fatto, il prelevamento dei campioni sospetti, in alcuni casi addirittura consegnati spontaneamente, data la palese violazione e l’eliminazione dall’esposizione nello stand in attesa dei successivi procedimenti legali.
«Gli interventi effettuati nella giornata di ieri testimoniano la volontà di Mido di combattere il fenomeno della contraffazione in maniera puntuale e tempestiva» ha dichiarato Vittorio Tabacchi, presidente Mido e Anfao, Associazione nazionale fabbricanti articoli ottici. «In questo modo forniamo a tutte le aziende espositrici, leali e corrette, una tutela immediata ed efficace contro chi intende approfittare della presenza di milioni di visitatori per veicolare prodotti contraffatti, spesso privi degli standard qualitativi e di sicurezza che un occhiale originale garantisce. Senza contare il possibile pericolo per la salute degli occhi. La nostra azione non si ferma qui, la battaglia continuerà per tutti i giorni della fiera».