Occupazione Comune, esauriti i «buoni lavoro» per studenti

Esauriti in pochi giorni i buoni lavoro per il periodo natalizio. L’iniziativa dell’assessorato alle Attività produttive rivolta ai giovani ha avuto un grande successo, tant’è che l’assessore Giovanni Terzi sta pensando di estenderla. Sono 68 i ragazzi assunti attraverso i voucher del Comune, il finanziamento è stato di 65mila euro. I «buoni lavoro», lanciati nell’estate 2009, si rivolgono ai giovani studenti tra i 16 e i 25 anni che svolgono lavoro occasionale nei periodi cosiddetti «di vacanza», presso gli esercizi commerciali, grazie al ruolo di Promoter Unione Confcommercio Milano. «L’iniziativa ha dimostrato la sua doppia valenza - ha detto l’assessore Terzi - Ossia incentivare i giovani a lavorare nell’ambito della legalità e, contemporaneamente, sostenere i commercianti nel periodo natalizio che, da sempre, rappresenta per loro un’imperdibile occasione di guadagno. Proprio per questi motivi, visto il successo dell’operazione, stiamo verificando la possibilità di nuovi finanziamenti per aumentare le opportunità di lavoro per i giovani e le imprese» ha concluso Terzi. I giovani assunti, in maggioranza ragazze (61 per cento), hanno un’età media di 20 anni, il periodo medio di lavoro è stato pari a 23 giorni.
«I voucher sono uno strumento efficace e flessibile che contrasta il lavoro nero e favorisce l’incontro fra la domanda di occupazione dei giovani e l’offerta delle nostre imprese» ha sottolineato Adalberto Corsi, vicepresidente vicario di Unione Confcommercio. Hanno aderito al bando 49 esercizi commerciali. I voucher destinati agli studenti hanno un valore di 10 euro lordi per ora di lavoro, la cifra è coperta all’80 per cento dal Comune.