Un odg per sostenere una campagna anti-Aids

L’aula Giulio Cesare ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Fernando Aiuti con il quale impegna il sindaco e la giunta comunale a promuovere campagne di informazione e prevenzione in collaborazione con medici e associazioni di volontariato per portare avanti la lotta all’Aids. Tra gli altri punti del documento, sottoscritto da tutti i gruppi consiliari, l’impegno a coinvolgere alle campagne di prevenzione anche le donne, i nomadi, i cittadini extracomunitari e i detenuti. Affidare alle associazioni Onlus le campagne di promozione del test dell’Hiv. Invitare il governo a proseguire la ricerca, incentivare le campagne di informazione e aumentare gli aiuti per la prevenzione anche ai Paesi in via di sviluppo. Infine, l’ordine del giorno impegna il sindaco e la giunta a predisporre tutte le misure idonee ad evitare episodi di discriminazione nei luoghi di lavoro, nelle scuole e nei luoghi di cura. Soddisfatto il consigliere Aiuti «per la condivisione dell’odg da parte di tutti i gruppi consiliari». Durante il dibattito in aula, se il consigliere comunale Monica Cirinnà ha tenuto a ricordare «le 30mila donne affette dall’Hiv in Italia», il consigliere comunale Andrea Alzetta (Sinistra arcobaleno) ha proposto di «aumentare i fondi per l’agenzia comunale delle tossicodipendenze».