Odoardo Baldi driver del trotto vince a 86 anni

da Roma

Sono passate da pochi minuti le ore 15 a Tor di Valle in un ippodromo flagellato dal maltempo, ma lui Odoardo Baldi, 86 primavere suonate sulle spalle, non si è perso d’animo in sulky al 9 anni Bodrero, favorito del premio Silva Om sul miglio. Il decano dei nostri driver, infatti, si è imposto da gran signore. Del resto la tempra d’acciaio l’ha sempre dimostrata: negli anni Cinquanta guidò anche i cavalli del gangster Lucky Luciano. Adesso, nonostante sia nato il 12 febbraio 1921, non ha nessuna intenzione di ritirarsi e ogni anno rinnova la licenza di guida superando brillantemente anche la rituale visita medica che ne certifica la perfetta forma fisica. Nato a Quarrata, in provincia di Pistoia, Odoardo Baldi ha guidato in passato tanti buoni cavalli, ma è diventato famoso per aver creato la bionda Agaunar, probabilmente la più forte femmina espressa dall’allevamento italiano del trotto. Odoardo è cugino di Vivaldo e Giancarlo, altri due driver estremamente longevi ancora in attività.