Offerta Acque Potabili

È partita ieri l’offerta di azioni Acque Potabili per 10,250 milioni di azioni ordinarie rinvenienti da un aumento di capitale, con l’obiettivo di portare il flottante al 40% del capitale dal 12% attuale. I proventi dell’operazione, dal valore massimo di 56,5 milioni, saranno destinati allo sviluppo e alla riduzione dell’indebitamento. L’offerta si chiude il 29 novembre. Il prezzo massimo è stato fissato a 4,8 euro. I due azionisti di maggioranza Iride (44%) e Smat (44%) scenderanno al 31,3% ciascuno.