Offerta Microsoft: 44,6 miliardi di dollari per comprare Yahoo

Mega proposta (a 31 dollari per azione), in contanti e titoli, della casa di Bill Gates per acquistare il motore di ricerca, un altro colosso del settore internet: l'obiettivo è contrastare Google sulla pubblicità online. Vola il titolo a Wall Street: +60%. 

New York - Microsoft ha proposto l’acquisizione di Yahoo! con una transazione valutabile in circa 44,6 miliardi di dollari (31 dollari per azione) in cash e in titoli. Lo rende noto l'agenzia Bloomberg. Il colosso del software propone agli azionisti Yahoo! il pagamento di 31 dollari per azione, pari a un premio del 62% rispetto alla chiusura di ieri. Il titolo di Yahoo vola a Wall Street: +60%. Microsoft, si legge in un comunicato, è impegnata a lavorare a stretto contatto con il management di Yahoo!. La società di Redmond, inoltre, ipotizza di chiudere l’operazione nel secondo semestre 2008. Nessun commento da parte dell'Unione europea che ha già condannato Microsoft a una mega-multa per violazione delle regole antitrust.

Google arretra Alla notizia dell’offerta di acquisto di Microsoft su Yahoo, il titolo di Google, motore di ricerca concorrente, ha iniziato a perdere quota: -5,72% nelle contrattazioni pre-mercato al Nasdaq.

Il commento di Yahoo Il consiglio di amministrazione di Yahoo ha annunciato che valuterà la proposta d’acquisto da 44,6 miliardi di dollari lanciata da Microsoft "attentamente" e "prontamente" nel contesto dei piani strategici della società.

L'ad Microsoft 2Crediamo che la nostra fusione porterà maggior valore ai nostri rispettivi azionisti, una maggiore possibilità di scelta e una migliore innovazione ai nostri clienti e ai nostri partner industriali". Così l’amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer, promuove l’offerta da 44,6 miliardi di dollari del colosso dei software sul portare web Yahoo!. "Abbiamo molto rispetto per Yahoo - prosegue Ballmer nella nota che annuncia l’offerta - e insieme potremo offrire un’ampia gamma di soluzioni per clienti, editori e pubblicitari, posizionandoci in modo migliore per competere nel mercato dei servizi online".

Pubblicità online Microsoft e Yahoo!, insieme, possono lanciare la sfida a Google nel campo della pubblicità online. Sebbene il primo motore di ricerca al mondo non sia mai nominato espressamente, il comunicato della casa di Seattle è abbastanza esplicito in tal senso. "Il mercato della pubblicità online - si legge - sta crescendo molto velocemente, da più di 40 miliardi di dollari nel 2007 a circa 80 miliardi nel 2010". In questo momento, sottolinea Microsoft, "questo mercato è sempre più dominato da un solo attore. Insieme, Microsoft e Yahoo! possono offrire una scelta competitiva, soddisfacendo in modo migliore le necessità di clienti e partner". "L’industria - spiega Kevin Johnson, presidente della divisione Platforms & Services di Microsoft - sarà servita in modo migliore con più di un solo forte attore, con più valore e più scelta a pubblicitari, editori e clienti".