Offrono «fumo» ai ghisa: presi due pusher

Due spacciatori non troppo svegli o forse semplicemente inesperti, due clienti che non erano clienti e la solita, necessaria, buona dose di sfortuna. Ci sono proprio tutti gli «elementi» che hanno portato in galera due dominicani che venerdì pomeriggio (ma la notizia si è saputa ieri e solo grazie al vicesindaco Riccardo De Corato, ndr) hanno offerto ventidue grammi di hashish a due agenti della polizia municipale in borghese e loro li hanno arrestati.
Il fatto è accaduto all’angolo tra via Carlo Imbonati e via Bracco. I due - Miguel Alehandro Roberto di 21 anni e R.S., 17enne, sono nati nella Repubblica Dominicana. Il maggiorenne è stato portato nel carcere di San Vittore, mentre l’altro, dopo essere stato sottoposto all’esame radiografico all’ospedale di Niguarda che ne ha accertato la minore età, è stato portato in un centro di prima accoglienza. E, insieme alla droga, ai due sono stati sequestrati 800 euro in banconote da 100.
«Fa piacere constatare - commenta De Corato - l’efficacia del servizio di vigilanza in borghese, che è attivo in diversi punti della città, secondo la mappa delle zone a rischio elaborata dalla Polizia locale. Un servizio particolarmente mirato in una zona come quella di via Imbonati soggetta al traffico di sostanze stupefacenti. Dobbiamo essere inflessibili contro la droga - conclude - perché la grande criminalità si alimenta anche grazie al piccolo spaccio».