Oggetti hard nel sito per bimbi

Una proposta di legge per la promozione dell’uso sicuro di Internet e di contrasto ai contenuti illegali, nocivi e in special modo a carattere pedopornografico o comunque lesivi dei diritti dei minori diffusi dalle reti globali. L’ha presentata il gruppo regionale di An e prevede sostegni finanziari alle famiglie (rimborsi del 50%) ed ai punti di accesso pubblici alla rete come quelli di scuole, biblioteche ed Enti Locali per l’acquisto e l’installazione di dispositivi di filtraggio e di accesso protetto ad Internet. La legge prevede campagne di sensibilizzazione e di educazione all’uso sicuro di Internet e destina contributi al mondo del volontariato che interviene nella ricerca dei siti a rischio. Viene istituito presso la Regione l’osservatorio «Internet sicuro» dotato di numero verde. «Lo scopo è quello di promuovere una forte azione educativa che contempli anche interventi concreti di prevenzione e di contrasto alla dilagante criminalità informatica», ha detto il capogruppo Gianni Plinio.