Da oggi 20 milioni in vacanza Ecco come evitare le code

Via al grande esodo: ma grazie a Internet, Isoradio e Cis si può conoscere in tempo reale la situazione del traffico

Andrea Acquarone

da Milano

Chissà perché da noi pure i numeri sono spesso un’opinione. Le cassandre nazionali giurano e ripetono che gli affari vanno male, che spiagge e alberghi rimarranno semivuoti, insomma che quest’anno almeno sei milioni di persone non apriranno il sospirato ombrellone, rimanendosene a casa, per difetto di portafoglio. E intanto, guarda un po’, si calcola che a partire da oggi e fino a lunedì primo agosto una decina di milioni di autoveicoli si metterà in marcia verso le località turistiche. Forse anche qualcuno in più se si aggiungono i pendolari del week-end. Complessivamente una ventina di milioni gli italiani pronti a spaparanzarsi sul bagnasciuga o muniti di alpistock per le montagne. Ad occhio e croce gli stessi numeri dell’anno scorso. Evidentemente qualcuno sbaglia. Di certo c’è che il rovello si ripropone. Come e quale sarà la partenza intelligente? Per evitare di giocarsela ai dadi ecco un suggerimento: informarsi. Il viaggio, tutto sommato, può cominciare col computer o con una telefonata, per poi proseguire impostando le frequenze dell’autoradio sulla stazione «giusta».
Partiamo da Internet. Cliccando www.autostrade.it si approda sul sito del gruppo che gestisce 3.408 chilometri di asfalto, pari al 61 per cento della rete nazionale a pedaggio. Funziona in tempo reale, da lì si può vedere la situazione del traffico. Rallentamenti, incidenti, code eventuali cantieri. Ci sono addirittura le web cam puntate sui caselli principali. Una volta in auto, per ulteriori informazioni si può telefonare. Ecco il numero, costa solo lo scatto alla risposta: 840042121.
Più o meno stesso servizio, offre il famoso Cis viaggiare informati. Ma con un inconveniente: non è facile trovar libero il 1518. In due ore di tentativi, ieri, noi ci siamo riusciti soltanto una volta. Meglio dirottare su Isoradio, stazione della Rai, «Fm 103.3». «Ogni ora - spiega il direttore Riccardo Berti - forniamo un aggiornamento sul traffico. E in caso di problemi alla viabilità mandiamo subito in onda un notiziario fornendo anche i tempi di percorrenza. Normalmente le trasmissioni chiudono a mezzanotte ma per questi quattro giorni di esodo proseguiranno ininterrottamente. Perdipiù Isoradio fornisce indicazioni anche su aeroporti, treni e traghetti. Funziona e si sente anche in galleria. Alternativa il canale di Rtl 102.5.
Quanto al calcolo delle probabilità (di ritrovarsi in coda) è bene sapere che da oggi pomeriggio è previsto bollino giallo (cioè traffico intenso), con punte di criticità e dunque bollino rosso dalla mattinata di domani. La società Autostrade ricorda che i mezzi pesanti non potranno circolare dal tardo pomeriggio di oggi e fino a domenica 31 e che dei 140 cantieri ne sono rimasti solo una ventina.
Il vero problema potrebbe essere rappresentato dalla Salerno-Reggio Calabria, l’autostrada che porta al Sud. «Il progetto della Salerno-Reggio Calabria è stato sbagliato sin dall’inizio. Si è voluto sovrapporre l’autostrada a una strada già esistente, compiendo un gravissimo errore», ha tuonato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Pietro Lunardi. «Abbiamo ereditato questo progetto, lo stiamo eseguendo e lo finiremo nei tempi previsti - ha assicurato il ministro -. Purtroppo, i cantieri ci sono, ma sono segnalati molto bene. Quelli esistenti, però, non possono essere eliminati».