Oggi 8 ore di sciopero Replica il 16 novembre

da Milano

Fabbriche ferme oggi per lo sciopero dei metalmeccanici indetto dai sindacati di categoria per il rinnovo del contratto, scaduto ormai da quattro mesi. I lavoratori incroceranno le braccia per 8 ore: una prima tranche di agitazioni che sarà replicata il 16 novembre, nuova data indicata dalle segreterie nazionali di Fiom, Fim, e Uilm per un secondo sciopero di 8 ore.
Dopo un periodo di stallo, sulla trattativa con Federmeccanica è piombata inaspettatamente la scorsa settimana la decisione di Fiat, seguita anche da altri gruppi, di anticipare in busta paga 30 euro in più. Una scelta interpretata dai sindacati come un tentativo di mettere in discussione la vertenza contrattuale nazionale. Le tre sigle restano quindi compatte e ferme sulla loro linea, sia per quanto riguarda il rinnovo della parte economica del contratto, con un aumento di 117 euro più 30 per chi non fa contrattazione aziendale, sia per le modifiche della parte normativa. «Non è con lo sciopero che si conseguono gli accordi», commenta però Roberto Santarelli, direttore generale di Federmeccanica. Il calendario comunque è fitto di incontri: «in ristretta» il 9 novembre, il 12, il 14 e il 15, poi «in plenaria» il 21, dopo il secondo stop.