Da oggi allarme-afa: in città arriva il picco di calore

Il picco di calore è atteso per oggi e dovrebbe durare almeno fino a domenica. Poi, forse, arriva una rinfrescata. Nel frattempo al centralino del 118 devono già fare gli straordinari. Già venti per cento in più di chiamate. I grandi sbalzi termici di questi giorni possono essere pericolosi per il fisico e il rischio di astenia, capogiri improvvisi, collassi è alto. Tutti malori riconducibili all’improvvisa impennata delle temperature e che colpiscono in particolare anziani e bambini.
«Fino a domenica è consigliabile evitare, per quanto sia possibile, di uscire nelle ore più calde - spiega il direttore sanitario dell’Ares 118 Antonio De Santis -. Per i soggetti ipertesi o per chi è affetto da malattie croniche è auspicabile un consulto col proprio medico al fine di rimodulare la terapia farmacologica che deve essere calibrata sull’aumento delle temperature». I medici dell’Ares, inoltre, consigliano di evitare forti escursioni termiche. «In auto o in casa bisogna climatizzare gli ambienti - conclude De Santis - in modo tale da non subire un violento contraccolpo quando si è all’aperto e che potrebbe sfociare anche in un collasso». E, come ogni inizio estate (perché siamo già in estate) arriva il temibile vademecum, i «consigli» per sopravvivere. Quelli sull’alimentazione, poi, sembrano autentiche punizioni corporali. «Mangiare alimenti freschi e leggeri prediligendo frutta e verdura, bere tantissima acqua, evitare le bevande alcoliche - si legge in un deplinat dell’assessorato comunale alle politiche sociali - evitare cibi pesanti». E poi: «Utilizzare il ventilatore a debita distanza dal corpo per evitare un’eccessiva traspirazione e disidratazione, mantenere l’aria condizionata a una temperatura superiore ai 25 gradi». Una vitaccia.
«A causa delle alte temperature registrate negli ultimi giorni abbiamo deciso di anticipare l’uscita di questo depliant, realizzato dall’Assessorato alle Politiche sociali in collaborazione con Fernando Aiuti, che ci auguriamo possa essere di aiuto agli anziani e, in generale a tutte le persone con fragilità che vivono sole in casa - ha detto l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso - Stiamo lavorando alla messa a punto di interventi specifici legati all’emergenza caldo. Ricordo il numero verde della Sala Operativa Sociale, 800.440022, attivo 24 ore su 24».