Oggi Bossi chiude per la Lega Domani in centro sfila il Milan

Da mezzanotte scatta il silenzio elettorale: vietato fare appelli al voto. Ca va sans dire: la concentrazione di comizi, concerti e feste acchiappa-indecisi oggi è ai massimi livelli. Per Letizia Moratti due appuntamenti clou: alle 18.30 sul palco di piazza Castello con il senatur Umberto Bossi e i colonnelli della Lega che chiude la campagna. Il Pdl ha optato per un evento musicale in via Dante, dalle 19 alle 21 sul palco Ron, Valerio Scanu e Paolo Meneguzzi ed happy gratis per brindare con sindaco e pidiellini. Il candidato del centrosinistra divide piazza Duomo con Roberto Vecchioni, in concerto, dalle 21. Comizio davanti alla cattedrale alle 17.30 per il terzo polo, a fianco di Manfredi Palmeri ci saranno i finiani Bocchino, Valditara e Muscardini, gli Udc Pezzotta, e Mantini, per l’Api Bruno Tabacci e Emanuela Baio. Il leader Udc Pierfrancesco Casini è atteso all’hotel Melia alle 21. I grillini del Movimento 5 Stelle promettono «una sorpresa» prima di una festa in strada sui Navigli, la lista Bonino-Pannella chiude con il «radical party» al Plastic. E se i partiti puntano a eventi di massa, anche i candidati giocano le ultime carte. Da Pierfrancesco Maran del Pd con 24 comizi in 24 ore (partenza alla mezzanotte e uno in Centrale, finale alle 23.30 in San Lorenzo) al capogruppo uscente del Pdl Giulio Gallera che incontra la gente alle 21 al Parco delle Cave.
Il meteo prevede brutto tempo nel weekend, cioè: condizioni favorevole all’affluenza alta alle urne anche domenica. Il caldo degli ultimi giorni faceva sudare il centrodestra, visto che ha un elettorato più incline al weekend fuori porta. Non andranno lontano i milanisti, che festeggeranno fino all’alba il diciottesimo scudetto, probabilmente anche sotto tuoni e fulmini. Con il rischio temporale, la festa di luci rossonere che era prevista davanti al Duomo andrà in scena allo stadio di San Siro non appena il fischio dell’arbitro suonerà la fine e lo scudetto vinto sul campo una settimana prima sarà (anche) ufficiale. L’assessore allo Sport del Comune Alan Rizzi anticipa che i tifosi rimasti senza biglietto potranno assistere all’ultimo match Milan-Cagliari sul maxischermo in piazza Duomo. Per la sfida gli 80mila posti sono esauriti, la serata proseguirà tempo permettendo con la sfilata dei campioni in pullman nelle vie della città per finire in piazza. E il presidente del club Silvio Berlusconi che assisterà alla partita dalla Tribuna d’onore potrebbe partecipare alla festa. Bingo, visto che il premier-capolista del Pdl sotto la Madonnina ha affermato che per vincere «servono anche i voti dei milanisti». Se andrà in piazza la sinistra sarà pronto ad abbinare la festa al silenzio elettorale. Ma volendo parlare di bon ton, il compleanno di Piefrancesco Majorino capogruppo e candidato del Pd casca proprio domani. Non ha rinviato la festa, l’invito a tutti i supporter è all’Arci di via Signorelli. Ma assicura che «ci si rilassa, non è un'iniziativa elettorale».