Oggi prima domenica ecologica Tutti a piedi, ma quante deroghe

Bus, tram e taxi triplicati per agevolare gli spostamenti E stamattina il Comune ne approfitta per pulire Trastevere

La concentrazione di polveri sottili non dà scampo e il Campidoglio insiste con le misure tampone, rivelatesi spesso inefficaci. Così oggi viene celebrata la prima domenica di blocco programmato del traffico dalle ore 10 alle 18. Nel tentativo di ridurre le emissioni di gas inquinanti sono state programmate altre due domeniche di blocco, previste per il 18 febbraio e il 25 marzo. Secondo quanto indicato nell’ordinanza del sindaco, all’interno della fascia verde (interna al raccordo anulare) potranno circolare le autovetture euro 4, quelle alimentate a gpl, a metano, quelle elettriche o ibride e i veicoli dei diversamenti abili muniti dell’apposito contrassegno. Per fare fronte al blocco del traffico, Atac e Trambus hanno potenziato la circolazione dei mezzi pubblici (rafforzate le linee 2, 280, 446). I cittadini potranno così usufruire di un maggior numero di autobus e tram; in special modo sono state rafforzate le linee che conducono alle principali stazioni ferroviarie e alla metro. Per favorire i tifosi della partita Roma-Siena, sono stati triplicati tutti i servizi in direzione dello stadio Olimpico così da consentire loro spostamenti veloci. Anche le corse dei taxi sono state potenziate con un turno aggiuntivo nella fascia pomeridiana. I romani che volessero approfittare della giornata anti-smog e raggiungere lo stadio in bicicletta, troveranno a piazza Lauro de Bosis un’area appositamente allestita per consentire loro il parcheggio custodito delle bici. 400 uomini vigileranno per le strade di Roma e faranno multe salate a tutti i trasgressori che si vedranno recapitare a casa una contravvenzione di 74 euro. Il blocco del traffico consentirà al Comune di effettuare alcuni interventi di pulizia del quartiere di Trastevere: verrano ripulite strade, rimossi cartelloni abusivi e cancellate le scritte sui muri da squadre predisposte dall’Ama.