«Oggi e giovedì torna la neve ma sarà solo una spolverata»

Temperature in discesa rapida. Gelo siberiano e, oggi, con anche fiocchi di neve. Gli esperti prevedono il freddo più freddo di quest’inverno proprio in questi giorni, fino ad arrivare nel week end che verrà anche a temperature di gran lunga sotto lo zero. Non di poco: anche meno 10, avvertono gli esperti. Le avvisaglie si sono già fatte vedere al Nord nel fine settimana appena passato con il calo della temperatura e anche la neve che non è scesa a Milano ma ha imbiancato tutt’intorno.
Complici i famosi «giorni della Merla» notoriamente i più freddi dell’anno concentrati nel 29, 30 e 31 gennaio. Secondo Paolo Corazzon, meteorologo del centro Epson, oggi in città non si dovrebbe superare 1-2 gradi e nel pomeriggio potrebbe anche arrivare una spolverata di neve. Poi mercoledì riappare un pallido Sole ma sempre con temperature siberiane, per poi rischiare una nuova leggera nevicata giovedì. Insomma le nuvole vanno e vengono, ma quel che resta costante in questo inizio di febbraio - avvisano - è il gelo.
Fino ad oggi l’inverno è stato più che clemente. A Milano non s’è visto un goccio di pioggia, le temperature sono state quasi primaverili e il sole non è stato quasi mai annebbiato dalle nuvole. Sono state davvero poche le giornate segnate dal freddo e men che meno dalla pioggia.
Addirittura per i meteorologi di giornate contraddistinte da precipitazioni in quantità “significativa“ ne è stata contata una soltanto, il 2 gennaio scorso. Neve, figuriamoci, neanche a parlarne fino ad ora. Quella giornata in cui è caduto qualche fiocco per gli esperti del tempo non conta. Non era neve “vera“ ma “chimica“, come la definiscono loro. Nebbia che si è condensata fino a trasformarsi in qualche cosa di molto simile alla neve.
Oggi invece col freddo arrivano anche le nuvole che dovrebbero portare neve anche a basse quote. «A Milano l’aria è più calda - spiega Corazzon - La temperatura qui è sempre più alta rispetto alle zone circostanti». Per questo è capace che i fiocchi restino solo una leggera spolverata. Ma il clima rispetto alla settimana scorsa è decisamente cambiato. Batsi pensare che a Milano la temperatura massima registrata martedì scorso è stata di 15 gradi, scesi a 10 mercoledì e 7 giovedì e via in disecsa rapida fino ai 3 registrati ieri.
Un bel freddo che chiamare siberiano non è un eufemismo. L’ondata di gelo arriva infatti dalla Siberia con l’anticiclone russo siberiano che si spinge fin da noi mescolandosi poi con una gelidissima perturbazione dell’Atlantico. Un mix che fa rabbrividire ancora per diversi giorni.