Oggi il faccia a faccia tra Wagoner e Ghosn

da Parigi

Il presidente di Renault e Nissan, Carlos Ghosn, punterebbe a entrare a far parte del consiglio di amministrazione della General Motors se andasse in porto l’alleanza a tre. È l’ipotesi avanzata dall’agenzia Bloomberg, citando fonti vicine al top manager. Renault e Nissan - aggiunge l’agenzia - potrebbero rilevare il 20% della Gm, quota che, agli attuali valori di mercato, corrisponderebbe a circa 3,3 miliardi di dollari. Se così fosse le due aziende automobilistiche si ritroverebbero ad avere, insieme al 9,9% controllato dal miliardario Kirk Kerkorian tramite la Tracinda, una quota doppia rispetto a quella del maggiore azionista di Gm, la State street corp. Ghosn, 52 anni - si legge nell’articolo - si attende un ruolo che gli conferisca poteri sufficienti a tutelare l’investimento franco-giapponese in Gm. Sedere nel cda della casa automobilistica di Detroit - osserva la fonte - consentirebbe poi allo stesso Ghosn la possibilità di condizionare tutte le scelte dell’azienda. Oggi, intanto, è previsto il primo faccia a faccia tra Ghosn e il presidente della Gm, Rick Wagoner. «Un’alleanza con il gruppo americano - ha detto Ghosn in un’intervista

a Le Monde - rappresenterebbe una straordinaria opportunità».