Oggi inizia la primavera ma il maltempo domina su tutta la penisola

Neve sul Vesuvio e in molte regioni del Paese. Pericolo valanghe sulle Dolomiti. Collegamenti marittimi sospesi con Ustica, Lampedusa, Linosa e Pantelleria

Milano - Prosegue l’ondata di maltempo che da due giorni imperversa sulla penisola. Una copiosa nevicata ha imbiancato la scorsa notte il Vesuvio, offrendo stamani ai napoletani uno spettacolo inedito per il primo giorno della primavera. La neve era già apparsa ieri sulla sommità del vulcano, ma in nottata è caduta in modo abbondante anche a quota media.

Roma, superlavoro per i vigili del fuoco Giornate di lavoro intenso per i vigili del fuoco di Roma che, a causa del maltempo, hanno effettuato circa 80 interventi a Roma e provincia da lunedì sera all'alba di oggi. È stato il vento e la pioggia a creare i maggiori disagi. Nello specifico, come rende noto il comando provinciale di Roma, sono stati 25 gli interventi per caduta di alberi e rami, 18 per infiltrazioni di acqua in abitazione, 5 per allagamenti di cantine, 18 interventi per smottamenti del terreno in particolare in provincia, 10 per cornicioni pericolanti messi in sicurezza e 3 per voragini stradali.

Toscana, 80 centimetri di neve all'Abetone Dalle prime ore di questa mattina ha ripreso a nevicare sopra i 600 metri. Al momento in Casentino ci sono 35 centimetri di neve sul passo della Calla, 15 centimetri sulla Consuma, ai Mandrioli e sul passo della Croce dei Mori e 10 centimetri sulla sp 208 della Verna. Nevica all'Abetone dove le temperature sono a -2. Il manto nevoso va da un minimo di 50 a un massimo di 80 centimetri.

Neve in Basilicata e Sicilia Da questa mattina molte zone della Basilicata sono innevate, soprattutto nella provincia di Potenza. Lungo il tratto lucano dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, tra Lagonegro e Lauria (Potenza), al momento, secondo quanto si apprende dalla polizia stradale, è sospesa la circolazione dei mezzi pesanti a causa della neve mentre per le automobili la circolazione è consentita solo con pneumatici da neve e catene a bordo. Dalle prime ore del mattino nevica su tutte le aree interne della Sicilia. Imbiancata Enna e fiocchi caduti anche nei Comuni della provincia già a partire dai 600 metri di quota.

Calabria, migliora la situazione sull'A3 L'Anas ha declassato da rosso a giallo il codice di emergenza neve sulla A3 Salerno-Reggio Calabria, a seguito del leggero miglioramento delle condizioni meteo che si è registrato in queste ultime ore, anche se l'autostrada è ancora interessata da precipitazioni nevose miste a grandine nel tratto Lagonegro-Frascineto. Resta l'obbligo di pneumatici da neve o di catene a bordo per gli autoveicoli leggeri, mentre è vietata la circolazione ai mezzi pesanti tra Lagonegro e Sibari.

Isolate Lampedusa e Pantelleria Anche oggi a causa delle avverse condizioni meteo-marine sono interrotti i collegamenti marittimi tra la Sicilia e la maggior parte delle isole minori. Per il terzo giorno consecutivo sono state annullate le corse tra Palermo e Ustica, tra Porto Empedocle (Ag) e Lampedusa e Linosa e tra Trapani e Pantelleria. Con grosse difficoltà invece si effettuano i servizi tra Milazzo e le isole Eolie.

Pericolo valanghe sulle Dolomiti Dopo le nevicate delle ultime ore, in Alto Adige nel gruppo dell'Ortles, lungo la cresta di confine centrale ed orientale e nelle Dolomiti centrali e orientali il pericolo di valanghe è marcato grado 3. I punti di pericolo - dice una nota del Servizio valanghe della Provincia – sono localizzati sui pendii ripidi di tutte le esposizioni al di sopra dei 1.900 metri di quota circa. Raccomandata la massima prudenza per gite alpine e discese fuoripista. Nelle rimanenti zone dell'Alto Adige il pericolo valanghe è moderato grado 2. I punti di pericolo si trovano sui pendii ripidi delle esposizioni ovest nord e sud al di sopra dei 2.100 metri circa. I nuovi accumuli eolici sono molto critici ed andrebbero aggirati.