Oggi l’arte fa le ore piccole

Un sabato sera da passare nei musei, grazie alla Notte bianca che oggi in tutta Europa tiene aperte le pubbliche collezioni d’arte fino alla una di notte. Festa a metà per noi milanesi dal momento che, fatta eccezione per la Pinacoteca di Brera, i principali spazi espositivi non aderiranno alla notte bianca. Carenza di fondi per il personale di custodia. Orari normali, dunque, per Palazzo Reale, musei del Castello, Museo del ’900, e per l’appena restaurato museo archeologico. Stranamente, neppure il Design museum di Triennale sarà presente all’appello. Ma se festa doveva essere, festa sarà lo stesso, e alla fine anche il Comune ha in serbo qualche sorpresa. La gratuità nei musei civici per i giovani sotto i 25 anni, per esempio. Resteranno invece aperti fino a mezzanotte il Museo del Risorgimento e Palazzo Morando. Nel primo, oltre alla collezione permanente, si potrà visitare la mostra «In nome d'Italia». Nel secondo, aperta fino a tardi la collezione permanente di abiti e di accessori antichi. Serata particolare anche per «WOW Spazio Fumetto» che terrà aperti i propri spazi fino all’una di notte, proponendo, a partire dalle 20, una serie di iniziative gratuite dedicate a chi ama il fumetto, il gioco a tema e i cartoni animati. Bell’evento invece a Brera dove, nella sala I della Pinacoteca, l’orchestra Verdi eseguirà un concerto per fiati connesso alla mostra in corso «Hayez nella Milano di Manzoni e di Verdi». Anche l'Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano partecipa alla nottata con l'apertura serale e gratuita fino alle 24 delle mostre in corso a Palazzo Isimbardi, allo Spazio Oberdan e al Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo. A Palazzo Isimbardi sarà visitabile la mostra dedicata a «Giovanni Paolo II, il papa dei giovani e dei popoli», esposizione che ricorda la vita e la storia del Pontefice. Alla Biblioteca Isimbardi, invece, apertura straordinaria fino alle 24 con l’esposizione dei volumi d'arte della collezione Franco Maria Ricci e documenti provenienti dall'archivio storico della Provincia di Milano. Allo Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto 2), sarà visitabile fino alle 23 la mostra sul regista russo Andrej Tarkovskij «L'immagine dell'assoluto», la più completa mostra delle polaroid scattate da Andrej Tarkovskij, assieme alle immagini di Lev Gornung e alle fotografie scattate sul set dei film. Al Museo di Fotografia Contemporanea (Via Frova 10, Cinisello Balsamo) aperta fino alle 23 la mostra «Il corpo come linguaggio, anni ’60 e ’70», una riflessione sul tema del corpo nelle foto d'autore conservate negli archivi del Museo, con scatti di Gabriele Basilico, David Bailey, Günter Brus, Maurizio Buscarino e molti altri. Festa anche per l’arte contemporanea: Riso, Museo d'arte contemporanea della Sicilia e Frigoriferi Milanesi organizzano una serie di eventi speciali per festeggiare il finissage della mostra «Archive Fever». Per l'occasione, l'esposizione e l'Archivio «S.A.C.S. Sportello per l'Arte Contemporanea della Sicilia» resteranno eccezionalmente aperti fino a mezzanotte con un party a base anche di prodotti tipici dalla Trinacria.