Oggi l’eclissi: il Sole oscurato dalla Luna al 60 per cento

Chi vuole, potrà seguire l’evento con binocoli e telescopi filtranti al piazzale del Planetario

Stefania Scarpa

Eclissi solare, questa mattina sulla Capitale. Per la città è il terzo spettacolo simile visibile dal 2003 a oggi. Il sole, infatti, sarà oscurato per oltre il 60 per cento della sua superficie visibile dalla luna, per circa due ore e mezzo (dalle 11,28 alle 13,46) e l’eclissi avrà il suo apice alle 12,30, quando nel cielo rimarrà solo un’ampia falce luminosa. E per uno scenario del genere non possono mancare punti d’osservazione «strategici», tanti ne offre la Capitale.
I romani, dunque, potranno seguire le fasi dell’evento celeste nel luogo ad hoc, il piazzale antistante al Planetario e al Museo Astronomico del Comune, dove saranno messi a disposizione del pubblico binocoli e telescopi con lenti filtranti, per osservare il sole nel suo splendore ma, soprattutto, in totale sicurezza.
Gli esperti del Planetario saranno a disposizione del pubblico attraverso un’area forum on line, per commentare l’eclissi, e sotto la cupola, oltre alle consuete attività didattiche per le scuole, sarà allestito uno spettacolo astronomico, intitolato «Ombre di luna» che prevede anche successive repliche.
È la terza eclissi solare visibile a Roma dal 2003, dopo quella del 3 ottobre dello scorso anno, in cui il sole fu oscurato all’80 per cento dal nostro satellite per oltre 4 minuti, e la micro-eclissi del 7 maggio del 2003, quando ad oscurate il sole fu il passaggio di Mercurio tra lui e la Terra (un evento che accade ogni 7 anni, ma che è poco visibile in Europa, e che in precedenza era stato osservato per l’ultima volta a Roma ben diciotto anni fa).
Nel secolo scorso l’eclissi più lunga vista dai romani è stata quella verificatasi il 15 febbraio del 1961, visibile per oltre sei minuti, a cui seguirono, a distanza di circa un anno l’una dall’altra, le eclissi del 9 marzo 1997, del 26 febbraio del 1998, e dell’11 agosto 1973. L’ultima eclissi del Novecento osservata in Italia e ben visibile a Roma si verificò, infine, l’11 agosto del 1999.