Oggi l’incontro-chiave con il ministro

Animi tesi, auto bianche in coda, provocazioni. È trascorsa così la giornata di ieri per centinaia di tassisti romani ritrovatisi sotto la sede del Ministero per lo Sviluppo Economico di via Veneto dove, nel pomeriggio, è cominciata la riunione attorno al tavolo tecnico tra governo e categoria in attesa dell’incontro di oggi col ministro. Un clima i cui prodromi s’erano già visti nella mattinata, quando i tassisti capitolini si sono dati di nuovo appuntamento alla spicciolata a piazza Venezia, mentre per oggi è atteso l’«assembramento» nazionale al Circo Massimo. Dalle 8 di oggi, infatti, scatterà la manifestazione nazionale dei tassisti che si raduneranno in via dell’Ara Massima di Ercole, nei pressi del Circo Massimo. Da qui partirà un corteo per piazza Santi Apostoli che attraverserà via Luigi Petroselli, via del Teatro Marcello, piazza San Marco, piazza Venezia e via Cesare Battisti. Sino al termine della manifestazione il servizio di trasporto nel centro sarà rivoluzionato e cambieranno percorso le linee di decine di bus (H, 30 Express, 40 Express, 44, 46,, 60 Express, 62, 63, 64, 70, 81, 84, 85, 87, 95, 117, 119, 160, 170, 175, 186, 271, 492, 571, 628, 630, 715, 716, 780, 781, 810, 850 e 916). Una delegazione, inoltre, si recherà presso il ministero di via Molise dove, in caso di necessità, saranno deviate anche altre sei linee di bus: 52, 53, 61, 80 Express, 116 e 590. Per il terzo giorno consecutivo, intanto, niente taxi all’aeroporto di Fiumicino. Stalli vuoti, passeggeri, con bagagli al seguito, dirottati verso i treni e le auto a noleggio. Uno scenario piuttosto insolito al «Leonardo da Vinci» e che coglie di sorpresa migliaia di viaggiatori stranieri in arrivo nello Stivale. Prosegue, quindi, anche allo scalo romano lo stato di assemblea permanente e mobilitazione tra i tassisti che continuano ad astenersi dal lavoro, in attesa di nuovi sviluppi. Intanto, su via Veneto fino a ieri sera i taxi hanno sostato lungo le corsie preferenziali in entrambi i sensi di marcia, da piazza Barberini fino a via Molise. Proprio nella strada della «Dolce Vita» si sono registrati i primi momenti di tensione, quando un «Ncc», con licenza rilasciata fuori Roma, si è avvicinato all’hotel Alexandra per prelevare un cliente. A quel punto, un gruppetto di tassisti s’è scagliato contro di lui, prendendo a calci e pugni la portiera della sua berlina.