Oggi l’incontro tassisti-Comune

Quasi duecento auto bianche (esattamente 196) in servizio «esclusivo» alla stazione Termini, con corse solo all’interno della Mura Aureliane e solo dal lunedì al venerdì, mentre il sabato e la domenica dalle 18 alle 24 verrebbe consentito facoltativamente a tutti i gruppi che hanno prestato servizio la mattina di effettuare il servizio a Termini per tutte le destinazioni utilizzando il parcheggio ordinario. Il tutto subordinato all’adozione di un supplemento di 2,50 euro per i clienti prelevati alla stazione, con la contropartita dell’abolizione dell’extra per i bagagli, e una corsa minima di 5 euro. È questa la proposta che i tassisti faranno oggi all’assessore alla Mobilità Mauro Calamante, siglata mercoledì congiuntamente da «falchi» e «colombe» degli autisti di auto bianche. Il documento chiede anche il via libera all’aumento tariffario del 18 per cento e alla riorganizzazione della viabilità nella zona, l’adozione di una segnaletica adeguata, il ripristino di un parcheggio dedicato e la presenza di operatori preposti a indirizzare la clientela. Un’altra proposta riguarda le corse in partenza dagli aeroporti di Fiumicino e di Ciampino, con l’istituzione di una tariffa fissa di 20 euro per le corse dirette nei dintorni, ove per dintorni si intendono la nuova Fiera di Roma e il Parco Leonardo. «Inoltre - dice Franco Popolini, delegato dell’Ugl al Comune di Roma - chiediamo, come ci aveva promesso il sindaco durante l’incontro in Campidoglio, l’istituzione di un tavolo Comune-Provincia-Regione contro l’abusivismo e di rivedere le posizione degli Ncc degli altri comuni che operano nella capitale». La «proposta» all’attenzione dell’assessore Calamante, contiene inoltre la richiesta di affidare all’Atac solo funzioni amministrative e la «ridiscussione e concertazione con le parti sindacali del nuovo regolamento comunale».